TGS

stampa
Dimensione testo

TGS

Home Programmi I servizi di TGS Mafia, l'imprenditore che ha filmato la richiesta di pizzo: "Scorta? Mi sento tutelato"

Mafia, l'imprenditore che ha filmato la richiesta di pizzo: "Scorta? Mi sento tutelato"

Dice di non avere esitato a filmare la richiesta di pizzo, portandosi dietro la lista dei tanti uomini per bene uccisi dalla mafia e l'immagine di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Giuseppe Piraino, 45 anni, è tra gli imprenditori che hanno denunciato il pizzo a Palermo. Uno dei coraggiosi che si sono ribellati, contribuendo al blitz di ieri al Borgo Vecchio con 20 arresti.

Piraino è stato intervistato da Marina Turco nell'edizione delle 13.50 di Tgs. "Sono degli sprovveduti ormai, hanno capito anche loro che il pizzo è un metodo che non ha più futuro. Hanno un quoziente culturale pari a zero".

E aggiunge: "La scorta? La protezione si dà tramite la comunità, se tutti fanno fronte comune. Cerco questa protezione e l'ho ottenuta. Oggi vivo con un briciolo di paura, ma mi sento tutelato dai palermitani".

Il video girato da Piraino mostra Salvatore Guarino, tra le persone che sono state fermate ieri dai carabinieri, in difficoltà di fronte alla reazione del suo interlocutore alla richiesta di pizzo. "Quella di ieri deve essere considerata una data storica - aggiunge Piraino -, Io la mia scelta di campo l'ho fatta da tempo, ma gli altri 12 imprenditori devono avere una medaglia. In questa città una decisione così coraggiosa non è facile da prendere".

L'INTERVISTA DI MARINA TURCO

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X